top of page
Dancing Feet_edited_edited.jpg
 
In pratica

 

La pratica esplora in profondità la voce cantata e parlata, e una ricerca creativo del gioco. 

 

La voce

La voce è in costante connessione con la nostra storia personale, la nostra immaginazione, e il rapporto alle condizioni esterne. Svolgeremo quindi una ricerca su come interagiscono tra loro questi elementi, in una cornice d’indagine su ciò che la vita rivela nell’atto del fare. Esploreremo le qualità vibratorie della voce, la precisione ritmica e le caratteristiche melodiche del canto.​ Il lavoro sulle risonanze vocali inviterà all'esplorazione di una corrente organica specifica di ciascuno e ciascuna.

 

Il corpo
Allenamento del corpo per scoprire una fluidità co-emergente tra le associazioni suggerite dalla propria memoria, immaginazione, interpretazione e ciò che si riceve dall'esperienza stessa.​ 

Rendere il corpo disponibile per esplorare i dettagli del gioco. 

Sciogliere corpo-voce per scoprire in profondità le pulsioni che danno origine ad azioni.

Recitazione e interpretazione scenica

Per realizzare un’interpretazione scenica il contenuto e la forma si incontrano, aiutandosi reciprocamente. Il contenuto nasce dalle aspirazioni, dalla propria storia e le domande che accompagnano la percezione del mondo. La creazione della forma permette di giocare con la composizione, il tempo-ritmo e l’immaginazione in modo da trasmettere allo spettatore il senso dei contenuti e dei materiali scelti. Un dialogo si crea tra struttura e spontaneità, creazione della forma e individualità creativa.

Il lavoro proposto comprende

  • Ricerca del materiale creativo e motivante per ogni partecipante, attraverso attività come la scrittura, il montaggio di testi, il canto, l’incorporazione di personaggi, la danza o la manipolazione di oggetti. 

  • Viaggio nel proprio immaginario e nella memoria sensibile del corpo. 

  • Legame dinamico tra intenzione, azione e reazione. 

  • Analisi drammaturgica e struttura della narrazione. 

  • Interpretazione scenica e comunicazione con il pubblico. 

  • Alimentare la vitalità di una struttura performativa ripetuta.

Sessioni di lavoro

Il lavoro non viene affrontato attraverso un accumulo di competenze, né attraverso zone di comfort o benessere. Il processo creativo porta in sé un'esigenza di approfondimento attraverso la ricerca, il discernimento, la perseveranza. Tra spontaneità e ricerca si crea un rapporto che ne alimenta il significato. È una singolarità creativa dove lo sbocciare interiore si avventura nel mondo e si lascia vedere, senza fuggire, in un continuo interrogarsi come risposta alla vita. L'opera entra in contatto con se stessi e con l'altro (persona e ambiente)"Ti (ri)conoscerò e poi (ri)conoscerò me stesso". La pratica proposta risveglia gli impulsi - memoria sottostante alle azioni - e l'articolazione dettagliata delle forme. Nella connessione corpo, voce e immaginazione, il lavoro unisce profondità e sfumature.

bottom of page